Carattere PiccoloCarattere MedioCarattere Grande
Hotel Acquario
Home
Territorio
Gastronomia
Benessere
Aziende
Annunci
Utility
Blog
Links
News
 
San Martino in Pensilis - La Carrese
Foto
Larino - San Pardo
 
   Sondaggi   
L' amore:
Vota  -  Risultati
Come giudichi il nuovo sito Molise.org?
Vota  -  Risultati
   Top Links   
 
    Territorio --> IS --> Comune di Monteroduni    
Feste e Tradizioni
Eddie Lang Jazz Festival | Sagra dell'Uva
Castelli
Il Castello Pignatelli
Chiese
Cappelle | Chiesa S. Michele | Chiesa S. Biagio | Chiesa S. Maria in Altissimis
Storia
Cenni Storici
Nuova Pagina
Cenni Storici   
------------------------------

Durante la dominazione longobarda, normanna e sveva, Monteroduni fu feudo della Casa comitale di Molise, che la riteneva una delle maggiori fortezze della contea.
All’avvento della monarchia angioina, Carlo I concesse in feudo Monteroduni ad Eustachio d’Ardicourt, gentiluomo francese venuto negli eserciti di conquista. Nel 1297 avendo il Re bandita la rassegna dei titoli per tutti i feudi del reame, Eustachio e il figlio Adamo si resero renitenti, così gli Ardicourt vennero privati del feudo, e questo fu devoluto al demanio.
Nel 1281 Monteroduni divenne terra feudale degli Evoli Conti di Trivento.
La famiglia d’Evoli alienò o perse il feudo durante il regno di Roberto d’Angiò. Anteriormente al 1326 Monteroduni passò in dominio della famiglia de Sus: e nel 1326, per morte di Pietro de Sus fu devoluta al demanio.
Così Re Roberto, con diploma 6 giugno 1333, assegnò Monteroduni alla regina Sancia, sua consorte.
La Regina fu proprietaria di Monteroduni fino al momento del suo decesso, che avvenne nel 1345.
Tornata al fisco dopo breve tempo, Monteroduni venne assegnata ai Conti di Trivento fino al 1460.
Nel 1464 il feudo fu comprato da Rinaldo Doce, e nel 1475 Ferrante I d’Aragona l’assegnò a Niccolò Gaetani, la cui discendenza lo tenne in dominio fino al 1503.
Nello stesso anno Monteroduni passò in feudo alla famiglia d’Afflitto, fino al 1668, anno in cui Scipione, ultimo discendente della famiglia, morì.
Così Monteroduni venne acquistato all’asta pubblica dal principe Giovanni Pignatelli.
Fu proprio la stirpe della famiglia Pignatelli a conservare il feudo fino all’eversione della feudalità.

 
Modifica Pagina
 
 
Aggiungi Allegato
US:  
PW:  
Entra
Non hai un account? Registrati
Hai perso la Password?
<giugno 2024>
lmmgvsd
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Feedback | Disclaimer | Preferiti | StartPage | Invia Link
Privacy | Pubblicità | Credits
Molise.Org - Il portale di chi ama il Molise Tutti i diritti riservati
© Molise.Org
All rigths reserved
Aliseo ISP